IL CONTRATTO DI LAVORO STAGIONALE
DATA PUBBLICAZIONE:
GIUGNO 2021

€ 32.00

IL CONTRATTO DI LAVORO STAGIONALE

TRA LEGGE E CONTRATTAZIONE COLLETTIVA
CURATORI: MARAGA RICCARDO
CASA EDITRICE: GIUFFRÈ FRANCIS LEFEBVRE S.P.A.
ANNO EDIZIONE: 2021
PAGINE: XVII - 304

ISBN 9788828834991
CODICE GIUFFRÈ: 024212483

CATEGORIE: AVVOCATI - CONSULENTI DEL LAVORO -
MATERIA: LAVORO / PREVIDENZA E SINDACALE
AREA DI INTERESSE: LAVORO, SINDACALE E PREVIDENZA

Aggiungi alla wishlist

Sin dalla lettura del titolo di questo volume risultano chiari i due poli di attrazione del tema della stagionalità applicata al contratto di lavoro a tempo determinato che riguardano le fonti concorrenti (la legge ed il contratto collettivo) di identificazione della natura stagionale dell’attività svolta dal datore di lavoro, destinatario di una speciale disciplina applicabile alle assunzioni a termine di lavoratori da utilizzare nell’ambito di queste attività. Se è scontata la rilevanza che la stagionalità ha sempre avuto nella disciplina del contratto a termine, è, invece, ben più complessa l’individuazione di quelle attività che, avendo natura stagionale, sono oggetto di una disciplina particolare che, per un verso, le sottrae ai vincoli legali dettati per la generalità dei rapporti di lavoro a termine, ma nel contempo le assoggetta ad obblighi (il diritto inderogabile di precedenza) coerenti con la periodica reiterazioni delle assunzioni dei lavoratori stagionali. Un tempo la legge individuava le attività stagionali affidandosi all’elencazione tassativa contenuta nel D.P.R. 7 ottobre 1963, n. 1525 che elencava 52 attività prevalentemente riferite al settore dell’agricoltura: una tecnica sicuramente insufficiente a cogliere in tutte le sue articolazioni le attività qualificabili come stagionali e che palesa tutta la sua inadeguatezza di pari passo allo sviluppo, all’articolazione e alle differenziazioni di attività, negli ambiti più diversi, collegate ad una periodicità ricorrente e prevedibile. Il legislatore ha, quindi, dovuto prendere atto che il fenomeno della stagionalità non è affatto statico, ma dotato di una sorprendente dinamicità. Di qui la necessità di modificare le tecniche di individuazione delle attività stagionali, affidandole alla contrattazione collettiva che, per sua stessa natura, presenta una maggiore capacità e rapidità di adeguamento. Ma questa scelta del legislatore, di indiscutibile saggezza, porta con sé una seri di problemi che toccano le questioni centrali e discusse dei rapporti tra legge e contrattazione collettiva nel nostro ordinamento. Tutti questi problemi che, con le misure adottate dal Decreto dignità in materia di proroghe e rinnovi del contratto a termine assumono una importanza ancora maggiore, sono affrontati nel volume con un approccio sempre rigoroso quanto al metodo ed all’argomentazione, senza però sfuggire all’impegno di proporre soluzioni intelligenti sul piano della ricostruzione interpretativa.

Chi ha acquistato questo prodotto ha acquistato anche..

Le tue prenotazioni

Non hai ancora prenotato alcun libro.

Assistenza

GIUFFRÈ FRANCIS LEFEBVRE S.P.A.
Agenzia di Chieti e Pescara
SEGUICI SU
Paolo Campi
via Virgilio 23, 65127 Pescara (PE)
P.IVA 01531220687
085.4710115 - 3284719475  -  
giuffre francis lefebvre
© Giuffrè Francis Lefebvre S.p.A. - Capitale Sociale € 2.000.000 i.v. - Sede legale: via Busto Arsizio, 40 - 20151 Milano P.IVA 00829840156 | Società a socio unico. Società soggetta alla direzione e coordinamento di Lefebvre Sarrut Société Anonyme | Governance | Privacy