Agenzia Giuffrè Francis Lefebvre di Chieti e Pescara

L'agenzia Giuffrè Francis Lefebvre di Chieti e Pescara si occupa del settore giuridico fornendo ai professionisti risposte e soluzioni alle loro esigenze attraverso sistemi editoriali integrati, cartacei e digitali.

Corso in evidenza ___________________

Memento

PRENOTABILE

MEMENTO LAVORO - EDIZIONE DI SETTEMBRE 2024

€ 160.00 € 152.00

copertina del libro assentePRENOTABILE

MEMENTO CONTABILE 2025

€ 164.00 € 155.80

MEMENTO PROCEDURA CIVILE

€ 135.00 € 128.25

MEMENTO PROCEDURA PENALE

€ 115.00 € 109.25

Novità della settimana

Webinar

CYBERSECURITY
CYBERSECURITY
A partire da:
€ 530.00
€ 424.00

MASTER DIRITTO DEL LAVORO AVANZATO
MASTER DIRITTO DEL LAVORO AVANZATO
A partire da:
€ 609.00
€ 488.00

MASTER FAMIGLIA E SUCCESSIONI
MASTER FAMIGLIA E SUCCESSIONI
A partire da:
€ 820.00
€ 656.00

Le tue prenotazioni

Non hai ancora prenotato alcun libro.

Assistenza

NEWS
Toti: una discutibile lettura del pericolo di reiterazione
Ascoltando negli scorsi giorni i resoconti giornalistici della vicenda Toti mi ero meravigliato di sentire parlare di riesame.

Il “nuovo” reato di maternità surrogata presto potrà essere legge
Con l'approvazione da parte della Commissione Giustizia del Senato, avvenuta il 03 luglio 2024, la modifica all'articolo 12 della legge 19 febbraio 2004, n. 40, in materia di perseguibilità del reato di surrogazione di maternità commesso all'estero da cittadino italiano, sarà presto legge.

Edilizia: l'importanza della conformità urbana nelle Regioni a statuto speciale
Con sentenza n. 125/2024, la Consulta ha affermato che «il requisito della doppia conformità urbanistico-edilizia trova applicazione anche alle regioni a statuto speciale, a tutela dell’uniformità delle condizioni per ricondurre a legittimità gli abusi edilizi».

Il rifiuto del lavoratore ad essere assunto da nuovo appaltatore durante la pandemia giustifica il suo licenziamento?
La nullità del licenziamento collettivo o per giustificato motivo oggettivo intimato durante il periodo di divieto di recesso previsto dall’art. 46 d.l. n. 18/2020 è esclusa solamente dall’assunzione del lavoratore presso l’impresa che è subentrata nell’appalto e dall’insussistenza di un rifiuto legittimo del lavoratore.

Obbligo di repêchage anche per mansioni inferiori e con contratto a tempo determinato
Non risulta assolto l’obbligo di repêchage ove all’atto di licenziamento per giustificato motivo oggettivo risultino esistenti nell’organico aziendale mansioni inferiori, anche a termine, ed il datore non abbia effettuato alcuna offerta di demansionamento al lavoratore né comunque allegato e provato in giudizio che il lavoratore non rivesta le competenze professionali richieste per l’espletamento delle stesse mansioni.

Il CdS ordina la rinnovazione della correzione della traccia di civile nel concorso per magistratura: è eccesso di potere
È configurabile un eccesso di potere giurisdizionale per sconfinamento nella sfera del merito amministrativo, allorquando l'indagine del Giudice amministrativo non rimanga nei limiti del riscontro di legittimità del provvedimento impugnato, ma si riveli strumentale ad una diretta e concreta valutazione dell'opportunità e convenienza dell'atto […].

Esame Albo Cassazionisti: ecco le date delle prove
Con avviso del 12 luglio 2024, è stato comunicato il calendario delle prove scritte previste dalla sessione 2024 per l’iscrizione all’albo speciale per il patrocinio davanti alla Corte di Cassazione e alle altre giurisdizioni superiori.

Parcheggio non pagato: il verbale dell’agente ATM non è valido
Gli ispettori delle aziende di trasporto pubblico urbano non hanno il potere di accertare le violazioni del codice della strada nell’intero territorio comunale.

Il danno patrimoniale di rilevante gravità nel delitto di bancarotta
La circostanza aggravante del danno patrimoniale di rilevante gravità di cui all'art. 219, primo comma, legge fallimentare si configura se a un fatto di bancarotta di rilevante gravità, quanto al valore dei beni sottratti all'esecuzione concorsuale, corrisponda un danno patrimoniale per i creditori che, complessivamente considerato, sia di entità altrettanto grave.

Divieto di cancellazione dell’avvocato dall’albo se pende un disciplinare: questione alla Consulta
Non essendo configurabile un’interpretazione della disposizione conforme a Costituzione, per le Sezioni Unite l’art. 57 l. n. 247/2012, che vieta di deliberare la cancellazione dall’albo durante lo svolgimento del procedimento disciplinare, pone dubbi di costituzionalità nella parte in cui non prevede deroghe al divieto allorquando la perdurante iscrizione all’albo comporti la lesione di diritti fondamentali dell’avvocato, per violazione degli articoli 2, 3, 4, 35, 41 della Costituzione.

Massima provvisoria delle Sezioni Unite sull’art. 300, comma 5, c.p.p.
La prima sezione della Cassazione, stante un contrasto sul punto, aveva rimesso alle Sezioni Unite il seguente quesito: se l'imputato, nei confronti del quale era stata emessa ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere divenuta inefficace per il proscioglimento pronunciato all'esito del giudizio di primo grado, debba impugnare l'ordinanza con la quale sia stata disposta, ai sensi dell'art. 300, comma 5, c.p.p., la custodia in carcere con la richiesta di riesame ovvero con l'appello cautelare.

La differenza tra riposo compensativo e giorno non lavorato
«L'indennità giornaliera prevista a favore del personale con orario di lavoro settimanale ripartito su 5 giorni lavorativi e con servizio su tre turni, compete ogni qualvolta il riposo sia chiaramente volto a consentire al lavoratore di recuperare il maggior stress psicofisico legato a un turno di servizio che si esplica con modalità di particolare intensità e gravosità; tanto non è impedito da una prestazione lavorativa che nel suo complesso non venga svolta in eccedenza rispetto all'orario contrattuale settimanale».

Rifiutare le cure per la riassegnazione del genere ad un detenuto transgender viola la sua autodeterminazione
La ricorrente del caso in esame è una detenuta, nata uomo, che aveva avviato il percorso per essere riconosciuta donna terminato nel 2023. La CEDU ha stigmatizzato il rifiuto del carcere di farle proseguire le cure ormonali necessarie per la transizione, malgrado «elementi forti dinanzi alle autorità nazionali che indicavano che la terapia ormonale era un trattamento medico appropriato per lo stato di salute della ricorrente con un effetto benefico su di lei».

La S.C. sul rapporto tra contestazione suppletiva e difetto di querela, in relazione all’attuazione della riforma Cartabia
I Giudici si occupano dell’intersezione tra libera determinazione del P.M. sul perimetro dell’ipotesi delittuosa ed esigenza di porre termine immediato a giudizi che, per varie ragioni, mai avrebbero dovuto essere iniziati (o dovrebbero esser proseguiti). Lo fanno, adoperando in modo accorto gli strumenti interpretativi, per far sì che la posizione espressa, per quanto eterodossa, non generi un conflitto rispetto all’indirizzo stabilito dalle Sezioni Unite.

Sentenza di condanna ad una somma di denaro “oltre interessi”: in mancanza di specificazioni, sono dovuti solo gli interessi legali
La Cassazione, con la pronuncia in oggetto, chiarisce, in adesione a quanto statuito dalle Sezioni Unite, che, in assenza di ulteriori indicazioni, qualora si preveda il pagamento, in un titolo giudiziale, di una somma “oltre interessi”, questi ultimi sono da intendersi esclusivamente come interessi legali, ai sensi dell’art. 1284, comma 1, c.c.

La rilevanza ai fini della recidiva delle condanne a pena estinta per esito positivo dell’affidamento in prova al servizio sociale
«Agli effetti della recidiva non può tenersi conto delle condanne in ordine alle quali, in data anteriore a quella della commissione del delitto in relazione al quale la stessa recidiva è contestata, sia stata pronunciata la dichiarazione di estinzione della pena e di ogni effetto penale determinata dall’esito positivo dell’affidamento in prova al servizio sociale, non potendo diversamente avere alcun rilievo al fine di escludere l’aggravante l’analoga dichiarazione emessa dal Tribunale di sorveglianza in data successiva a quella di commissione del secondo e ulteriore delitto».

Via libera agli affitti brevi nel centro storico di Firenze
L’approvazione del Piano operativo ha superato la delibera del Comune, che introduceva il divieto di nuovi appartamenti destinati a locazioni brevi nell’area Unesco del centro storico. Chi vorrà iscrivere sul portale del Comune un proprio immobile e affittarlo per tempi brevi sulle note piattaforme potrà ora farlo.

Tempestività dell’istanza di verificazione della scrittura privata disconosciuta
La Suprema Corte si sofferma sull’ammissibilità dell’istanza di verificazione della scrittura privata presentata oltre i termini prescritti per la proposizione dell’appello incidentale.

Riabilitazione dopo la condanna per bancarotta solo se vengono attivati i contatti con l’Agenzia delle Entrate
Per ottenere la riabilitazione, il condannato deve provvedere al ristoro dei danni patiti dalle persone offese, dovendo a tal fine attivare una trattativa con tali soggetti per individuare una eventuale ed adeguata offerta riparatoria.

La semilibertà “surrogatoria” è ammissibile anche nel caso di condanna per reati ostativi di seconda fascia
Nel caso in cui ricorrano tutti i presupposti previsti dalla norma, è ammissibile la domanda tendente a ottenere la semilibertà surrogatoria per reati ostativi c.d. “di seconda fascia”.

GIUFFRÈ FRANCIS LEFEBVRE S.P.A.
Agenzia di Chieti e Pescara
SEGUICI SU
giuffre francis lefebvre
© Giuffrè Francis Lefebvre S.p.A. - Capitale Sociale € 2.000.000 i.v. - Sede legale: via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano P.IVA 00829840156 | Società a socio unico. Società soggetta alla direzione e coordinamento di Lefebvre Sarrut Société Anonyme | Governance